LE PENSIONI DI INABILITA'

 

 

 

 La Normativa sulle Pensioni

- Pensione Diretta
- Pensione di Inabilità
- Pensione di Privilegio
- Pensione ai superstiti
- Cumulo con redditi
- La tutela
- Statali  Particolarità
- Le pensioni CPUG
- Le pensioni INPS

 Scarica i programmi di calcolo della pensione

- Scarica i programmi

- Ricongiunzioni entrata
- Ricongiunzioni uscita
- Legge. 45/90 
- Totalizzazione Periodi

La Normativa sui Riscatti e Servizio Militare

- I Riscatti
- Servizio militare

I contributi 

- I Contributi
- Contributi Volontari

Torna alla Home Page

- Clicca Qui

 


 

Sono presenti nella normativa tre tipi di pensione di inabilità :

Tipo Requisiti Decorrenza Domanda
Assoluta e permanente a qualsiasi attività lavorativa 5 anni di contribuzione di cui almeno 3 nel quinquennio precedente la decorrenza Dalla data di cessazione ovvero dal primo giorno del mese successivo la data della domanda se presentata dopo la cessazione Da presentarsi ad Amministrazione di appartenenza
Assoluta e permanente a qualsiasi proficuo lavoro 14 anni 11 mesi e 16 giorni di servizi utili Dal primo giorno successivo alla dispensa dal servizio Da presentarsi alla sede INPDAP di competenza per territorio
Assoluta e permanente alle mansioni svolte 19 anni 11 mesi e 16 giorni di servizi utili Dal primo giorno successivo alla dispensa dal servizio Da presentarsi alla sede INPDAP di competenza per territorio

 

L'inabilità è accertata dalla commissione medica competente, così come stabilito dal decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze pubblicato nella G.U. n° 44 del 23/02/04, applicato da INPDAP con Circolare N° 37 del 11/06/2004 .

 

Nel merito è da evidenziare il compito della Commissione Medica di Verifica di seconda istanza così come riportato nella circolare succitata:

"....  Tale Commissione è un organo collegiale della Sanità militare, operante sin dall’entrata in vigore della legge n. 416/1926, ed è ora competente a deliberare sui ricorsi proposti in via amministrativa da tutti i dipendenti pubblici avverso il giudizio medico legale formulato dalle diverse Commissioni mediche di prima istanza (siano esse Commissioni mediche ospedaliere, Commissioni mediche AASSLL o Commissioni mediche di verifica, secondo la ripartizione stabilita dall’articolo 3 del decreto.

Ai sensi dell’articolo 19, comma 4 del citato DPR 461/2001 l’intervento della Commissione medica di seconda istanza è circoscritto ai soli ricorsi avverso i giudizi di idoneità al servizio; il termine per la presentazione del ricorso è fissato in dieci giorni dalla comunicazione del verbale della Commissione medica......"

 

Home Page

 

 

 

 

 

 

 

 

   
[ Newsletter ] ][ Calcola la pensione ][Chi Siamo ][ Non solo pensioni][ Home Page]