Pensione casalinghe


 

- Il diritto a pensione
- Il calcolo della pensione

- Scarica i programmi

- Lavori usuranti
- Il trattamento minimo

Invalidità e pensione di inabilità

- Assegno di invalidità
- Pensione di inabilità

Contributi volontari e F. P. casalinghe

- Contributi volontari
- Pensione casalinghe

Ammortizzatori sociali

- Disoccupazione
- Integrazione salariale ordinaria
- Integrazione salariale straordinaria
- L'Assegno Sociale

Torna alla
 sezione INPS

- Clicca Qui


 

 

 

 


 

È il Fondo di previdenza per le persone che svolgono lavori di cura  non retribuiti in ambito familiare .

Possono iscriversi al nuovo fondo di previdenza, le persone  di entrambi i sessi e di età compresa fra  i 16 e i 65 anni se:

  1. svolgono lavoro in famiglia non retribuito; 
  2. non sono titolari di pensione diretta;
  3. non prestano attività lavorativa dipendente o autonoma;
  4. prestano attività lavorativa part-time determinando una contrazione delle settimane utili per il diritto a pensione.

La domanda di iscrizione deve essere presentata  all' INPS esclusivamente per via telematica e  decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda .

L'interessato può iniziare i versamenti dopo aver ricevuto la comunicazione di accoglimento della richiesta, corredata dai primi bollettini di conto corrente postale predisposti per il pagamento.

L'importo dei versamenti è libero, tuttavia, versando almeno 25,82, euro verrà accreditato un mese di contribuzione.

L'Inps accrediterà per ogni anno tanti mesi di contributi quanti ne risultano dividendo l'importo complessivo versato nell'anno per 25,82 euro .

Il versamento può essere effettuato in qualsiasi momento dell'anno .

I contributi versati sono interamente deducibili dal reddito imponibile Irpef del dichiarante, anche per i familiari fiscalmente a carico.

Spettano, a carico dell’Inps, le seguenti prestazioni:

  1. pensione di inabilità, con almeno 5 anni di contributi, a condizione che sia intervenuta l'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa
  2. vecchiaia, a partire dal 57° anno di età, a condizione che siano stati versati almeno 5 anni (60 mesi) di contributi.

La pensione di vecchiaia viene liquidata solo se l'importo maturato risulta 1,2 volte l'assegno sociale .

  • Si prescinde dall’importo al compimento del 65° anno di età.

Non è prevista la concessione della pensione ai superstiti.

L’importo è determinato secondo il sistema di calcolo contributivo.

Le pensioni non sono integrabili al trattamento minimo.


   
[ Newsletter ] ][ Calcola la pensione ][Chi Siamo ][ Non solo pensioni][ Home Page]