Cresce la speranza di vita...
Diminuisce la speranza della pensione!
  

- Pensione Diretta
- Pensione di Inabilità
- Pensione di Privilegio
- Pensione ai superstiti
- Cumulo con redditi
- La tutela
- Statali  Particolarità
- Le pensioni CPUG
- Le pensioni INPS

- Scarica i programmi

- Ricongiunzioni entrata
- Ricongiunzioni uscita
- Legge. 45/90 
- Totalizzazione Periodi

La Normativa sui Riscatti e Servizio Militare

- I Riscatti
- Servizio militare

I contributi 

- I Contributi
- Contributi Volontari

Torna alla Home Page

- Clicca Qui


 
Ecco le novità pensionistiche che hanno inizio dal 2015 .
 
1)- Incremento della speranza di vita :
 
MINISTERO DELLE FINANZE - Decreto del 16 dicembre 2014
Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita.
 

1. A decorrere dal 1° gennaio  2016,  i  requisiti  di  accesso  ai trattamenti  pensionistici  di  cui  all'art.  12,  commi  12-bis   e 12-quater, fermo restando quanto  previsto  dall'ultimo  periodo  del predetto comma 12-quater, del decreto-legge 30 luglio  2010,  n.  78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122,  e successive   modificazioni   e   integrazioni,   sono   ulteriormente incrementati di 4 mesi e i valori di somma di età  anagrafica  e  di anzianità contributiva di cui alla Tabella B allegata alla legge  23 agosto 2004, n. 243, e successive modificazioni,  sono  ulteriormente incrementati di 0,3 unità.

 

Esemplifichiamo nella tabella sottoesposta la variazione dei requisiti per il diritto a pensione di vecchiaia e anticipata determinata dall'incremento della speranza di vita .

  •  

Lavoratori dipendenti
anno di maturazione requisiti pensione di vecchiaia (età) pensione anticipata
donne
(contributi)
pensione anticipata
uomini
(contributi)
dal 2016 al 2018 66 anni e 7 mesi 41 anni e 10 mesi 42 anni e 10 mesi

 

L'incremento delle quote dello 0,3 riguarda coloro che vanno in pensione con la normativa antecedente la legge Fornero, come i lavoratori addetti alle lavorazioni usuranti .

 

2)- Sospensione della penalizzazione per coloro che accedono alla pensione anticipata prima del compimento dei 62 anni di età

Per effetto dell'art.1 comma 215 Legge di stabilità 2015 la penalizzazione non trova più applicazione fino al 31/12/2017 .

Viene considerata utile per la maturazione del requisito contributivo tutta la contribuzione prevista dalle norme di legge

 

 

3)- Modifica del comma 2 dell'art. 24 della legge 214 del 22/12/2011

 

"A decorrere dal 1° gennaio 2012, con riferimento alle anzianità contributive maturate a decorrere da tale data, la quota di pensione corrispondente a tali anzianità è calcolata secondo il sistema contributivo. In ogni caso, l'importo complessivo del trattamento pensionistico non può eccedere quello che sarebbe stato liquidato con l'applicazione delle regole di calcolo vigenti prima della data di entrata in vigore del presente decreto computando, ai fini della determinazione della misura del trattamento, l'anzianità contributiva necessaria per il conseguimento del diritto alla prestazione, integrata da quella eventualmente maturata fra la data di conseguimento del diritto e la data di decorrenza del primo periodo utile per la corresponsione della pensione stessa."

 

Questa norma, scritta in un italiano "tecnico", rivede la legge Fornero sulle “pensioni d'oro” , stabilendo che  gli assegni non possono essere di importo superiore rispetto a quello calcolato con il sistema interamente retributivo e comunque di importo non superiore all'80% dell’ultimo stipendio. La norma si applicherà a tutti i trattamenti pensionistici, anche a quelli già liquidati, a decorrere dal 2015 .   

 

Il commento :

 

Tiziano Terzani scrisse un libro dal titolo "Un altro giro di giostra",  i prossimi pensionati, invece, inaugureranno la pensione come "ultimo giro di giostra" .

A 66 anni e sette mesi, con 40 e più anni di lavoro, forse non si è molto allegri.

Non bastavano 65 anni di età e 40 anni di lavoro ? ...e poi, quest'età che si allunga sempre per raggiungere un diritto che sembra sempre più evanescente !

Queste norme scritte in un italiano "barocco", oltre a suscitare difficoltà di interpretazione nell'applicazione, come nel caso delle pensioni d'oro, sembrano dire :<<Non ti preoccupare della pensione, perché prima di poterla percepire, CREPERAI !>>

 

Non è un augurio, ragazzi, è soltanto un'amara constatazione di un  obbiettivo a lungo termine che si è increduli di poter raggiungere !

 

LUNGA VITA A TUTTI NOI !

      

 

rosario franza

 
Guestbook
 
Lascia il tuo commento nel libro degli ospiti
Vedi tutti gli argomenti trattati