Proposta di legge Damiano di modifica della pensione anticipata

 
Argomenti della rubrica

  Pensioni

- Clicca Qui

Lavoro

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Ammortizzatori sociali

- Clicca Qui

Disabili 

- Clicca Qui

Trattamento di fine rapporto

- Clicca Qui

Famiglia

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


CAMERA DEI DEPUTATI N. 2945

PROPOSTA DI LEGGE

D’INIZIATIVA DEI DEPUTATI

DAMIANO, GNECCHI, ZAPPULLA, DI SALVO, GREGORI, MAESTRI, GIACOBBE, MICCOLI, CASELLATO, BARUFFI, GIORGIO PICCOLO, BOCCUZZI, INCERTI, ALBANELLA, SIMONI, ARLOTTI

Presentata il 10 marzo 2015

Atti Parlamentari — 2 — Camera dei Deputati 2945

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI

PROPOSTA DI LEGGE

ART. 1.

1. In deroga a quanto disposto dall’articolo 24, comma 6, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, a decorrere dal 1o gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2021, il diritto al trattamento pensionistico per i lavoratori dipendenti e autonomi iscritti all’assicurazione obbligatoria e alle forme di essa sostitutive ed esclusive si consegue, fermo restando il requisito di anzianità contributiva non inferiore a trentacinque anni, al perfezionamento dei requisiti indicati nella tabella A allegata alla presente legge.

Atti Parlamentari — 3 — Camera dei Deputati 2945

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI

Tabella A

(Articolo 1, comma 1)

Lavoratori dipendenti pubblici e privati

Lavoratori autonomi iscritti all’INPS

(1)

Somma di età anagrafica e anzianità contributiva

Età anagrafica minima per la maturazione del requisito indicato in colonna 1

(2)

Somma di età anagrafica e di anzianità contributiva

Età anagrafica minima per la maturazione del requisito indicato in colonna 2

 

100

62

101

63

 


Il commento:
La proposta di legge Damiano di modifica dei requisiti della pensione anticipata è complessivamente una proposta dignitosa e neanche troppo radicale, infatti l'età minima e la contribuzione minima sono fissati rispettivamente a 62 anni di età e 35 anni di contribuzione . Nella tabella sottostante vediamo come varia la contribuzione necessaria al variare dell'età per raggiungere  quota 100 nel caso dei lavoratori dipendenti pubblici e privati :
età contribuzione quota
62 38 100
63 37 100
64 36 100
65 35 100
66 35 101
67 35 102

Questa norma interviene sulle lavoratrici e sui lavoratori che sono nati dal 1954, entra in vigore il 01/01/2016 e dura fino al 31/12/2021 .


Alcune domande :
perché una legge a scadenza ? ,quanto costa ?,quali interessi difende ? e perché ?

Provo a dare alcune risposte .

Difende i lavoratori che attualmente sono a contratto a tempo indeterminato oppure che sono in mobilità lunga senza possibilità di rientro, difende i lavoratori dipendenti iscritti alle grandi organizzazioni sindacali ed è a scadenza perché nel 2021 la gran massa dei lavoratori "garantiti" sono già andati in pensione !

Questa norma dà sicuramente risposta ad una fascia di lavoratori "anziani" che hanno problemi di ricollocazione nel mercato del lavoro e ciò di per sé non è un male, se non fosse che nello stesso mercato del lavoro sono presenti lavoratori cinquantenni che hanno perso l'impiego e che sono troppo giovani per la pensione e troppo vecchi per il lavoro .

Questa legge non è per tutti !

Si parla di un costo attorno a 10 miliardi di euro, ma se questo fosse il costo, preferirei una norma sul reddito di cittadinanza che costa attorno a 14 miliardi di euro annui e che dà risposte a tutti i cittadini precari .   

Rosario Franza

Puoi esprimere il tuo commento sul blog "Oggi Parliamo di..."
         
 

 

   
[ Newsletter ] ][ Calcola la pensione ][Chi Siamo ][ Non solo pensioni][ Home Page]